Le Mie

 

GIORNI

Giorni lasciati andare senza impegno dietro pensieri gocce d’acqua

che scavano, scavano senza sosta più incuranti e liquide di me

Giorni simili a impronte delle dita pressate sul lucido d’un vetro

che riflette il vuoto incoerente.

Giorni soffiati fuori dal respiro come sbuffi ardenti da modellare

Giorni come nuvole d’un cielo inesistente

Giorni contati come li contano i carcerati

dispersi in un futuro che forse non c’è, che non si vede,

Giorni distrutti da parole sconosciute

Giorni in cui ti scorderanno come una cosa mai esistita prima

Giorni finti, giorni dipinti, solo contorni di vita vera.

Giorni senza cuore e senza amore, impalliditi dalle occhiaie della notte,

pensati fino in fondo a quel destino che li attraversa opachi

e lascia tracce di niente,

Giorni che non siamo, non pensiamo, non ricordiamo,

Giorni fuori dalla finestra a soffiare aria d’inverno,

Giorni sbagliati che andranno come tutti gli altri,

Giorni di abeti uccisi con le stelle comete, ghiacciati e scivolosi di fango

prossimi di doni bugiardi e sentimenti che neppure guarderemo

ammutoliti dalla noia di riceverli ancora.

(Da Perché i Poeti Antologia L’Erudita 2013)

2 Pensieri su &Idquo;Le Mie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...