Araba Fenice

Andrea è un giovane neo imprenditore, appassionato di viaggi.
Ama la lettura e passa intere giornate in biblioteca.
È perdutamente innamorato di Kari, ragazza tunisina da poco giunta in città.
Entra in possesso casualmente di un documento cartaceo, scritto probabilmente dal famoso alchimista Cagliostro.
Ma sulle tracce dell’antico reperto ci sono loschi e pericolosi individui pronti a tutto!
Tra improvvisi balzi spazio-temporali e fughe repentine, Andrea dovrà vedersela anche con un terrificante killer giunto dall’Africa.
Riuscirà a proteggere la sua amata Kari e a risolvere l’arcano mistero celato nell’indecifrabile foglietto scritto col sangue?

Questa è la trama di Araba Fenice, romanzo di esordio di Michele Sbriscia, pubblicato recentemente da Lettere Animate.

https://www.facebook.com/michele.sbriscia

 

araba fenice

5 passi per diventare scrittori più produttivi, a cura di Tim Grahl

Condivido questo interessante articolo, ringraziando Annarita Tranfici per il lavoro di traduzione

In Nomine Artis - Il Ritrovo degli Artisti

Cari amici del ritrovo, buongiorno.
L’articolo di oggi è una vera chicca per gli scrittori o aspiranti tali: lo scrittore Tim Grahl ha messo a disposizione sul proprio portale una serie di utilissimi consigli del collega Joe Bunting riguardanti alcune buone pratiche per diventare scrittori più produttivi.
L’articolo è stato tradotto (previa approvazione dell’autore) dall’inglese in forma integrale. Potete trovarlo in lingua originale qui.
Ho provveduto ad inserire tutti i link alle risorse discusse nel post (anche se in lingua inglese). Spero lo apprezzerete quanto me e lo troverete utile.
Come sempre, ogni commento è molto gradito.
Spero inizieremo, anche stavolta, un’interessante discussione a proposito.

View original post 1.888 altre parole

INTERSTATE 22 e il suo SPIN OFF

Gregorio Prestifilippo è un autore siciliano che gli appassionati del genere horror apprezzeranno. Il suo romanzo, Interstate 22, racconta di Josh e Ty, corrieri della droga in viaggio verso il Mississippi. Nel bagagliaio della loro auto c’è un carico di marijuana che, una volta consegnato al destinatario, frutterà loro un bel po’ di soldi. Durante una sosta notturna vengono aggrediti e, costretti a fuggire a piedi, si rifugiano al Meat ‘nd Steak, una steakhouse a gestione familiare. I proprietari offrono loro aiuto e assistenza, ma i loro propositi sono tutt’altro che nobili. I ragazzi, infatti, scopriranno che l’aggressione è soltanto la prima di una serie di eventi che li porterà a dover lottare per la loro stessa vita, obbligandoli a conoscere il vero significato della paura.

Per gli interessati è uscito in questi giorni lo spin off intitolato Revenge, da scaricare gratuitamente.

51tdxqBKscL._SL160_PIsitb-sticker-arrow-dp,TopRight,12,-18_SH30_OU29_AA160_

Pubblicità

Vi ricordo che il 30 maggio si terrà a Telese Terme il Factory Day, una intera giornata dedicata ai libri e non solo. Tra gli altri eventi, la presentazione del mio libro.11247712_451710314995896_4784458948905850056_n

Tutte le cose al loro posto di Giulia Dell’Uomo

51qGfXDi4iL._SL160_PIsitb-sticker-arrow-dp,TopRight,12,-18_SH30_OU29_AA160_

Un romanzo che commuove con sconcertante semplicità. Una storia dove la malattia diventa il prestesto per rimettersi in gioco. Consigliatissimo.

Giulia Dell’Uomo è nata a Terni nel 1988. Da sempre appassionata della comunicazione in tutte le sue forme, si laurea col massimo dei voti in Marketing. Divoratrice di libri di scrittrici italiane ed estere, fa della scrittura la sua più potente forma di espressione. Attualmente lavora con entusiasmo e dedizione come responsabile marketing e comunicazione di un’azienda sanitaria.

‪#‎LeggiUnEmergente‬ ‪#‎ilmaggiodeilibri‬ ‪#‎ioleggodifferente‬ ‪#‎ilmaggiodegliebook

Eravamo una famiglia di Marta Folcia

Quando ero una ragazza, prima di conoscerti, sognavo di creare una famiglia numerosa, com’era stata la mia, al paese. Eravamo allegri noialtri, si rideva coi miei fratelli e si andava a dormire contenti e pieni di speranza per il domani, anche se eravamo poveri e la cena era solo una scodella di minestra. Ce l’ho messa tutta e ci siamo riusciti, eh Arnaldo? Cinque figli, tutti belli, sani, intelligenti.

Ma poi i figli te li portano via, uno alla volta e senza pietà, o se ne vanno, perché sono costretti a farlo per qualche ragione. Chi dobbiamo ringraziare per questo?

(quarta di copertina)

folcia-rgb-forum2

La guerra sconvolge, la guerra allontana, la guerra impoverisce. Questo romanzo narra le vicende accadute a una famiglia del milanese, durante il secondo conflitto mondale.

la sua disgregazione come metafora di ciò che significò la guerra di allora. Chi ha avuto la fortuna di avere genitori e nonni che hanno tramandato le loro vicende di quel tempo, ritroverà molto dei loro racconti.

L’autrice, Marta Folcia, è nata e vive a Milano. È sposata e ha due figli maschi. Diplomata alla Scuola di alto interpretariato, ha lavorato per la Redazione Periodici della Rizzoli Editore, come traduttrice per la stampa estera di testi e articoli di importanti nomi del giornalismo italiano, quali Oriana Fallaci, Guido Gerosa, Alberto Ongaro. In anni più recenti è stata imprendistrice nel settore siderurgico. Le sue passioni sono la scrittura, la musica e il teatro. 

 

Die in Paine- di Jessica Gelmotto

1

Il mondo come lo conosciamo è solo una parte della realtà: Demoni e Angeli vivono abitualmente tra noi, sotto il controllo e la protezione dei Guardiani dell’Ordine. Questa società segreta, vecchia come il mondo, ha il compito di mantenere la pace tra le creature e sorvegliare i passaggi tra i diversi livelli. In questa cornice si muove Paine, guardiana detective di Los Angeles, figlia di un’umana e di un angelo, che non si sente nell’una, né l’altro, sempre alle prese con un nuovo crimine.

Jessica Gelmotto è nata a Biella nel 1989. Laureata in Filosofia all’Università del Piemonte Orientale, scrive per passione. I suoi racconti appaiono anche sul sito EFP, con lo  pseudonimo di Maya89. Attualmente vive con i suoi genitori e il fratello, a Gattinara.