L’affare Mondadori-Rizzoli: l’analisi di Amleto De Silva e John Tevis

Qualche considerazione sull’affare Mondazzoli e il mondo editoriale.

TEVIS & PARTNERS

12115844_10207951965621898_7192119131376757906_n

John Tevis – Amleto, era inevitabile che l’acquisizione da parte di Mondadori di Rcs Libri facesse parlare quelli che amano il libro. Io ho cominciato ad amarlo meno, il libro, ma è un problema mio. Molti hanno detto la loro, spesso in senso negativo. Così, sul social sono seguiti i commenti ironici e di sufficienza degli addetti ai lavori: col sopracciglio alzato, le hanno definite discussioni da “neo-tromboni” che credono di saperla lunga, o hanno fatto notare che nella sostanza non cambia nulla, perché le sigle editoriali restano quelle e funzioneranno come prima.

Amleto De Silva – Non penso che amare meno i libri sia un problema solo tuo. Ti confesso che succede anche a me, che sono cresciuto a pane e libri. È che quando stai lì a discutere di distribuzione, acquisizioni, editing, chitammuorting, alla fine ti passa la voglia. Aggiungici pure che molti degli scrittori italiani sono dei…

View original post 1.287 altre parole

Annunci

#IlMaggioDeiLibri #LeggiUnEmergente

Dunque, credete che gli scrittori veri siano solo quelli esposti sugli scaffali delle librerie?

Vi sbagliate, ce ne sono molti altri, altrettando bravi, soffocati da costi di distribuzione onerosi e da cecità intellettuale, o forse sarebbe meglio dire, da poca onestà intellettuale.

Per questi autori sono partite in rete molte iniziative, nell’ambito de #IlMaggioDeiLibri 

 #ioleggodifferente, #ioleggoperché , #IlMaggioDegliEbook , #LeggiUnEmergente

col semplice scopo di dare voce a chi (scrittori, ma anche editori) non riesce a ottenere la visibilità che merita.

2015-04-23 12.03.51